www.rescueacademy.it – DIPENDENTE SICURO Riduzione degli infortuni in ambito lavorativo

Danno biologico, infortunio in itinere, malattia professionale,

“obblighi” che permettono di salvaguardare l’azienda e i propri dipendenti.

Per i lavoratori dell’industria e dell’agricoltura, il datore di lavoro deve obbligatoriamente assicurare i propri dipendenti dal rischio di infortuni sul lavoro o di malattie professionali.

In pratica, ciò significa  che deve pagare periodicamente un premio all’Istituto Nazionale Assicurazioni contro gli infortuni sul Lavoro (I.N.A.I.L.).

Tale istituto, nel malaugurato caso di infortunio o  malattia professionale a carico di un dipendente, interverrà per pagare una parte della retribuzione per i giorni di assenza del lavoratore e, nei casi più gravi, liquiderà una rendita a favore del lavoratore.

Quello che l’Associazione Rescue Academy con i suoi “corsi/seminari/giornate di perfezionamento” permette è di prevedere molte casistiche di infortunio andando a “consolidare le conoscenze apprese” oppure di apprenderle in modo preciso e professionale.

Quando succede in infortunio, il lavoratore che in conseguenza dell’infortunio non sia più in grado di lavorare o veda la sua capacità lavorativa ridotta in via permanente, ha diritto al risarcimento sotto un duplice profilo:

– una rendita per il danno subito in conseguenza della perdita o riduzione della capacità

lavorativa (in presenza di un’invalidità superiore al 16%);

– un’indennità per il cosiddetto danno biologico, che viene corrisposta dall’I.N.A.I.L.

nel caso di invalidità superiore al 6% e relativa a infortuni e malattie professionali

verificatesi dopo il 25.7.2000 [D.lgs. n. 38 del 23.2.2000].

L’intervento formativo preventivo, permette di risparmiare in modo molto importante ma anche di non ritrovarsi con problematiche in Azienda che si protraggono per tempi bibblici.

Il danno biologico consiste in una lesione delle condizioni fisiche e psichiche che incida negativamente sulla vita di relazione dell’infortunato esempio: ammettiamo che il lavoratore si ferisca ad un ginocchio spostando del materiale pesante ma anche solo senza una “formazione dedicata alla mobilitazione dei carichi” in modo da non poter più esercitare attività sportiva, lavorativa e di vita. Quindi dolore, stress, ansia, ecc… per la legge, gli si dovrà risarcire, in qualche modo, anche tale danno e non soltanto il danno consistente nella ridotta capacità di lavorare come in precedenza.

Ci sono dei casi in cui il datore di lavoro deve risarcire l’intero danno subito dal lavoratore questi sono quando l’infortunio si verifica quando il datore di lavoro non ha adottato le misure di sicurezza previste dalla normativa sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Alcune malattie professionali previste da una tabella approvata ogni tre anni con Decreto del Presidente della Repubblica. Il lavoratore può ottenere l’indennizzo anche in relazione a malattia non inclusa in detta tabella se riesce a provare che essa si è sviluppata a causa delle prestazioni lavorative svolte [C. Cost. sent. n.179/1988.].

Dato che la malattia per i primi  3 giorni  viene pagata dal proprio datore di lavoro, dedicarsi alla prevenzione e alla conoscenza, permette di risparmiare e tutelare chi lavora per Voi allo stesso costo ma per una professionalità maggiore.

La Salute e la sicurezza del proprio Dipendente non ha prezzo,

ma solo Vantaggi.

————— INIZIATIVE DEDICATE—————-

GESTIONE DEL SOCCORSO IN AMBIENTE INDUSTRIALE ED EDILE

http://associazionerescueacademy.it/corsi/4-1-gestione-del-soccorso-in-ambiente-industriale-ed-edilie/

L’Associazione Rescue Academy, permette a tutti dipendenti “PREPOSTI DI CANTIERE, RSPP, DIRETTORI e RESPONSABILI DELLA SICUREZZA“ che lavorano in ambiente Industriale/Edile e o a diretto contatto con situazioni ad alto/basso rischo di infortunio, di intervenire in modo concreto e sicuro, aiutando le squadre di Soccorso “Figure interne all’Azienda abilitate al primo soccorso” nelle delicate manovre di stabilizzazione e trasporto in un ambiente a loro sconosciuto e pieno di imp
revisti di mobilitazione. La cultura generale al soccorso dedicato alla gestione della sicurezza, in ambiente particolare e di ottimizzare la Professionalità delle squadre di Soccorso e dei propri colleghi

Le indagini infortunistiche sia italiane che estere degli ultimi anni, 

continuano a confermare l’alta incidenza delle cadute dall’alto e delle atmosfere inquinate,  come infortuni mortali più comuni nei diversi settori lavorativi, poco evidenziati ma con percentuali esorbitanti.

Realizzato per eseguire NON SOLO, tecniche di primo soccorso di base, ben definite dai Decreti Legislativi Obbligatori, possiamo aggiungere la parte di defibrillazione precoce (BLS-D IRC Comunity) riconosciuta da INAIL con la compilazine del Modulo OT24 che permette importanti sgravi dalle Assicurazioni Aziendali che incentivano le aziende con detrazioni particolari.

Il riconoscimento e il soccorso al paziente “traumatizzato” sono un ottimo modo per concludere quella che è la “formazione regolamentata”.

In caso di SQUADRE di SOCCORSO DEDICATE, la nostra missione è di gestire in modo sicuro e preparato gli operatori, nel loro ambiente lavorativo garantendogli la loro sicurezza e tutelare in modo attento quella dei propri colleghi.

I contenuti, sono stati elaborati, con dinamiche di intervento più comuni in statistica,  andando così ad affrontare

“CASI” e “SCENARI REALMENTE SUCCESSI”  sul proprio posto di lavoro un ambiente conosciuto ai partecipanti.

I contenuti vengono decisi e realizzati sulla scena. Potranno essere trattati argomenti dediti alla stabilizzazione e gestione di “arti inferiori” fino alla “gestione di fratture”, “compromissione delle vie aeree”, ustioni, per poi arrivare alla “Rianimazione Cardio Polmonare” ma soprattutto alla “chiamata vera e propria di soccorso”, così da migliorare i tempi della SOPRAVVIVENZA dei propri dipendenti.

Dedicato a quelle Aziende che provvedono a dare ai loro Dipendenti, maggiori sicurezze nell’ambito lavorativo e che guardano il futuro evitando banali disgrazie e imprevisto che purtroppo capitano quotidianamente. Le lezioni e i contenuti, verranno realizzati ed inseriti dopo aver valutato in modo concreto il modulo sulla valutazione dei rischi (DVR)

CARATTERISTICHE:

– Discenti per sessione: 8 (massimo)

– Dedicato a tutte le figure che sono Responsabili della Sicurezza e delle Squadre di Soccorso

– Il modulo, rispecchia i requisiti richiesti dalla “conferenza stato regioni” con seduta del 22 maggio 2003, repertorio Atti n. 1711 del 22 maggio 2003 delle normative europee ed alle conformità obbligatorie in Italia/Europa “uni en 1865 e CE Dlg. 93/42

ARGOMENTI TRATTATI:

– Valutazione casi di intervento

– Gestione della chiamata di soccorso

– Gestione dei Soccorsi in area lavorativa

– Gestione del Paziente Traumatizzato

– Presidi e Tecniche (in vostro possesso)

DETTAGLI:

– Abbigliamento: COMODO consigliata la divisa di servizio

DURATA:

Durata: 8 ore – 3 ore di teoria – 5 ore di pratica Con il vostro materiale operativo

MOBILITAZIONE DEI CARICHI

http://associazionerescueacademy.it/corsi/5-1-mobilitazione-dei-carichi-per-soccorritori-della-3-eta-e-non-solo/

L’Associazione Rescue Academy, ha realizzato bene 10 anni fa, questa bellissima giornata insieme dove si parlerà di sopperire alle sollecitazioni fisiologiche che i dipendenti, subiscono durante loro giornata lavorativa, trattando problemi cervico, dorsale e lombare e altre patologie da usura e dovute alla mobilitazione dei carichi per che lavora sui veicoli di emergenza o trasporto.

Adeguando una buona preparazione culturale e motoria sulla fisiologia del proprio corpo, con posture particolari e corrette da professionisti del settore, si va a identificare le diverse esigenze fisiologiche che ognuno di noi ha e si porta con sé.

Riconoscendole con esercizi dedicati, si potranno individuare i propri “deficit motori” per poi compensarli con piccoli “escamotage”, che vi consentiranno di lavorare/vivere in estrema sicurezza e di rendere il lavoro più sicuro a tutti.

Alla fine delle lezioni, si distinguerà nettamente la facilità di eseguire quei movimenti che per anni vi hanno accompagnato in modo errato nella nostra vita quotidiana e la soluzione era in un piccolo e semplice movimento postulare e locomotore.

CARATTERISTICHE:

– Discenti per sessione: 10 (massimo)

– Dedicato a tutti i dipendenti che per 8 ore rimangono  in posizione seduta.

– Dedicato a tutte le figure sottoposte a stress cervico lombare, da mobilitazione di carichi

– Riduzione degli infortuni sul lavoro e tutela del lavoratore, miglioramento delle prestazioni.

– Il modulo “mobilitazione dei carichi”, rispecchia i requisiti richiesti dal decreto legge 81/08 e D.lg 388.

ARGOMENTI TRATTATI:

– Fisiologia di base

– Posizionamento posturale

– Responsabilità

– Sicurezza e prestanza fisica

– Mobilitazione dei carichi

  

DETTAGLI:

– Abbigliamento: COMODO consigliata la divisa di servizio

– Modulo/ Stuoia per esercizi a terra

– Certificato medico di prestanza fisica

DURATA:

Durata: 4 ore

4 ore di pratica fisica

– Novità: Gestione dell’integrazione alimentare dedicata al Soccorritore durante le fasi di Intervento, recupero con sostegno delle difese immunitarie.
alex stecchezini, herbalife, soccorso, integrazione alimentare

L’integrazione alimentare corretta, deve essere realizzata e studiata sulle esigenze dell’individuo (soccorritore o sportivo). Per qualsiasi chiarimento in merito contattatemi possiamo realizzare un integrazione personalizzata per Voi: Alex +39 389 23 48 119 – emtformazione@gmail.com – http://www.alexstecchezzini.it/contatti/

Taggato con: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato in Alimentazione e Integrazione Alimentare, Arrampicata, Attrezzatura, Autista / Soccorritori, BLSD Dinamico, Formazione Tecnico Sanitaria, Genitori, Nuovi Eventi, Outdoor, Pediatrico, Salvamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*