L’ultima ultima novità dettata dal Codiv19 è stata quella di creare una guida tascabile e aggiornata sull’arrampicata e il boulder della Pietra di Bismantova.

Una coppia nata da una passione comune: la Pietra di Bismantova. Lui “il vecchio”, attivo e creativo come nessun altro, ha incontrato il “cinno” arrampicatore ipereccitato e gli ha trasmesso l’amore per questo millenario monolite. Insieme hanno vissuto per Lei, costruendo, modificando e realizzando opere che ancora oggi vengono contemplate dalle nuove generazioni di “locuste”. Il “cinno” non smetterà mai di ringraziare il “vecchio” per quello che ha fatto e sta ancora facendo.

#lamiglioremascheraeunsorriso
Alex Stecchezzini e Umberto Fontanesi Copyright© 2020

COMPERA ONLINE LA NUOVA GUIDA AGGIORNATA
su AMAZON: Nuova Guida della Pietra.  ACQUISTA
oppure direttamente alla Pietra di Bismantova.

L’ obiettivo di questa guida è di farvi venire voglia di arrampicare a Bismantova, ma con questo vogliamo anche ricordarvi che l’arrampicata è una attività pericolosa e che va affrontata solo possedendo le appropriate conoscenze tecniche nell’uso dei materiali e nella progressione.

L’arrampicatore è il SOLO RESPONSABILE della propria sicurezza.

Dovete inoltre documentarvi se le difficoltà, il tipo di attrezzatura delle vie sono adatte alle vostre capacità, se la qualità della roccia è quella che pensate di trovare. Non temete di chiedere informazioni ai “locals” valutandone la affidabilità. Questa guida cerca di facilitarvi nell’orientarvi a trovare e a scegliere le salite, a districarvi nel paesaggio alla ricerca del vostro BOULDER o PERCORSO SPORTIVO, tuttavia non dovete dimenticare che voi siete i protagonisti e gli interpreti delle vostre scalate.

Sapete tutti che le gradazioni sono oggetto di discussioni infinite fra gli arrampicatori: consideratele dunque come indicative, tenendo conto che l’arrampicata a vista in arenaria non è facile per tutti! La Pietra di Bismantova è sempre più frequentata da sportivi e villeggianti: fate in modo da sembrare in pochi evitando rumori eccessivi, grida, radio ad alto volume … Gli animali stanno bene in libertà: a meno che il vostro cane non vi faccia sicura, cercate se è possibile di non portatelo sotto le pareti, non si diverte lui, non si divertono gli altri!

 

Non monopolizzate le vie con le vostre corde! Dopo alcuni tentativi toglietele e non dimenticate di spazzolare la magnesite che avete lasciato sugli appigli!

Farete un regalo agli altri climbers e a voi stessi per i tentativi futuri.

Rispettate il paesaggio. Portate via i vostri rifiuti, non dimenticate indumenti (calze, scarpe), se fumate non fatelo nel sottobosco e cercate di raccogliere le cicche (non sono ancora omologate come tappetino!). I bisogni fisiologici sono si biodegradabili, ma dipende dalla quantità: evitate i sentieri, anche le tracce, i massi, gli attacchi delle vie…..poi ricopriteli.

Se percorrete le vie lunghe, fate attenzione a possibili nidi nelle nicchie: discrezione e rispetto eviteranno norme restrittive dell’arrampicata. Non fate cadere sassi!

COME RAGGIUNGERE la Pietra
COME ARRIVARE ALLA PIETRA

da Reggio Emilia, la più semplice uscendo dall’autostrada A1; seguire le indicazioni:

Rivalta – Puianello – Casina – Felina – Castelnovo nè Monti

Strada Statale 63 – 45 km

da Parma, seguire le indicazioni:

Traversetolo – Vetto d’Enza – Castelnovo nè Monti

Strada Statale 513 – 60 km

da Modena, seguire le indicazioni:

Sassuolo – Felina – Castelnovo nè Monti

Strada Statale 486 – 64 km

da La Spezia, seguire le indicazioni:

Aulla – Fivizzano – Passo del Cerreto – Castelnovo nè Monti

Strada Statale 63 – 84 km

WEB CAM Pietra di Bismantova

Le pareti e i sassi sono di tutti: non fate interventi di bonifica, chiodatura, richiodatura, modellamento o disgaggio delle rocce e dei sassi prima di averne discusso con altri, magari con chi conosce meglio le zone e i settori. La roccia non è infinita: un brutto intervento può rivelarsi irreparabile!

Avviso Importante!

Per ridurre gli inevitabili rischi insiti nella pratica dell’arrampicata è indispensabile l’uso del caschetto e l’impiego di un nodo di sicurezza in fondo alla corda. I dati qui presentati possono essere incompleti o inesatti. E’ fondamentale quindi, che l’arrampicatore valuti attentamente l’opportunità di affrontare una via sulla base della propria esperienza, di un ispezione accurata della parete, e dei consigli degli altri frequentatori. Il sito www.alexstecchezzini.it non fornisce alcuna garanzia sulla validità dei dati presenti sul sito, e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni causati dall’utilizzo degli stessi.